Casertana, il via con una sconfitta. I tifosi attaccano Verazzo

Comincia male la nuova Casertana. I nodi della società non sono stati ancora risolti

CASERTA - Il via con una sconfitta, in uno stadio Pinto che i tifosi non hanno riempito come ci si aspettava. C'è già maretta sulla nuova Casertana, che ancora aspetta peraltro il decollo formale con la stabilizzazione del rapporto tra Giovanni Lombardi e Francesco Verazzo.
Via il sindaco alla fine del primo tempo, con "una squadra forte" costretta a stare sotto dai primi minuti e poi arrivata al pareggio, perché  in partenza per Napoli dove era atteso al World Urban Forum.
Assente in tribuna Giovanni Lombardi, assente anche Claudio Scarlato, esponente del suo entourage che dovrebbe assumere la guida formale di una società che ancora aspetta il nuovo assetto societario, come afferma un comunicato stampa del 13 agosto che campeggia nell'area "media" del sito web dei rossoblu.
E i tifosi già attaccano Francesco Verazzo, mentre i nuovi sponsor nicchiano, pur riservando attenzione al progetto annunciato da Lombardi.

Il racconto della partita (dal sito dei rossoblu)

Inizia nel peggiore dei modi la stagione di serie D della Casertana. Contro un'Isola Liri messa insieme nelle ultime ore la formazione rossoblù subisce una inattesa sconfitta al termine di un incontro dove si  è sprecato davvero tanto sotto la porta avversaria. A pochi minuti dal termine il contropiede vincente del giovane Andrea Jukic, protagonista dell'incontro con una doppietta, che ha chiuso anticipatamente il confronto disputato al  Pinto.

Nella formazione di casa tre assenti per squalifica: si tratta di Breglia, Pezzullo e Vollono che pagano in termini di stop un retaggio disciplinare della passata stagione. Il gioco degli under premia Di Costanzo tra i pali, mentre in avanti conferma per Palumbo e Majella supportati da Varsi. Nell'sola Liri di Cioffi altri due ex: sono Giglio e Tufano chiamati nel corso della settimana dalla dirigenza frusinate insieme agli ex Viribus Unitis Raffaele Esposito e Oriente.

Per la cronaca ci prova prima la Casertana con Palumbo (2'), ma il suo tiro si alza sulla traversa. Poi a sorpresa passa la compagine ospite con Jurik (3') che di testa finalizza in rete un tiro dalla bandierina. A seguire la prima ammonizione dell¡¯incontro rimediata da D'Alterio (10'), prima di una protesta casertana in area ospite per una trattenuta su Palumbo (11'). Per il pari della Casertana bisogna attendere più avanti con Manco (17') che con una precisa conclusione a giro supera Della Pietra. Gara nuovamente in equilibrio. Isola Liri costretta, poi, al primo cambio (26') con Gelfusa che prende il posto di Basilico. Un giro di lancette e prima Palumbo (27') e poi a distanza di qualche secondo Majella (28') si rendono pericolosi dalle parti di Della Pietra. Sempre Majella protagonista a distanza di qualche minuto (34'), ma la sua girata finisce di poco a lato. Dopo tre minuti di recupero termina la prima frazione di gioco.

Ad inizio ripresa (46') seconda sostituzione per l'Isola Liri con Tammaro che prende il posto di Mercurio. Poi un giallo per Costantino reo di una azione fallosa ai danni di Varsi (49'). A seguire inizia il monologo rossobu: opportunità per la Casertana con Palumbo (52'), ma Della Pietra controlla, non senza difficoltà in due tempi. Lo stesso Palumbo ci prova di testa (56'), ma il pallone si alza sopra la traversa dopo una assistenza di Manco. Altra iniziativa di Manco a distanza di qualche minuto (59') ed assist per Palumbo che da sotto misura coglie la traversa. Poi Della Pietra riesce a smanacciare in angolo sventando l'occasione per la Casertana. Poi tocca a Majella (61'), ma l'attaccante casertano non centra il bersaglio grosso come del resto Palumbo (65') che poco dopo spreca davanti a Della Pietra. Poi giallo anche per Tammaro (67'). Sulla successiva punizione ci prova Manco dalla lunga distanza (68'), ma Della Pietra è attento. Doppio cambio (71'): nella Casertana dentro Biondi per Varsi, mentre l'Isola Liri esaurisce le sostituzioni con Pereira al posto dell'infortunato Esposito. Su azione dalla bandierina altra occasione per Palumbo (73'), ma il suo colpo di testa termina sul fondo. Di Nola prova a cambiare qualcosa in avanti con l'inserimento di Gennaro Esposito al posto di Platone (76'). Poi il contropiede vincente dell'Isola Liri con Jukic (81') che porta nuovamente in avanti la compagine ospite. Casertana subito vicina al pareggio con Majella (83'), poi tocca ad Emmanuele Esposito prendere il posto di Palumbo (84') per l'ultima sostituzione della formazione rossoblu. Poco prima dello scadere ammonizione anche per Tufano (89'). Nei minuti di recupero (91') nell'elenco dei cattivi finisce anche Pasquale Esposito.